Lettera agli stakeholder dal nostro primo Bilancio di Sostenibilità

A cura di
22 Novembre 2022

Cari stakeholder,

sostenere l’innovazione digitale nelle imprese, nelle pubbliche amministrazioni e più in generale nella società è stata la ragione fondativa di DIGITAL360 e ne è diventata la missione.

Questa missione deriva certamente dalla nitida visione di business e dalla profonda passione professionale che accomuna tutti i co-imprenditori del Gruppo ma esprime anche la profonda consapevolezza, radicata nel Gruppo fin dall’origine, che l’innovazione digitale rappresenta il principale abilitatore di una crescita economica sostenibile ed inclusiva, rispettosa dell’ambiente e delle risorse, e capace di valorizzare anche le componenti più fragili ed emarginate della società.

Questa consapevolezza sarà la cifra distintiva del nostro impegno sulla sostenibilità: sia rispetto alla nostra organizzazione interna che nel nostro approccio al mercato e a tutte le diverse comunità di stakeholder.

All’interno di questo solco si inserisce questo primo Bilancio di Sostenibilità del Gruppo, che nasce dalla consapevolezza che i temi ESG non sono aspetti aggiuntivi rispetto alla nostra strategia di business e alla sua concreta attuazione, ma ne sono parte integrante.

Questo documento è, dunque, innanzitutto lo strumento per dare concretamente conto, ai nostri stakeholder, dell’impegno del Gruppo in questa direzione.

Consente infatti una lettura, integrativa rispetto al Bilancio e alla Relazione sulla Gestione, dei fattori ESG materiali per la sostenibilità del modello di  business di DIGITAL360: dalla ricerca della valorizzazione del contributo, unico e originale, di ciascuno dei nostri collaboratori, alla cura per la relazione, non solo commerciale ma anche interpersonale, con tutti i nostri clienti; dalla sicurezza e protezione dei dati personali che ci sono affidati, al rapporto intenso e bidirezionale con il mondo accademico e quello associativo; dall’attenzione all’impatto – nostro e dei nostri clienti – sull’ambiente  alla ricerca di sempre nuovi progetti per avere effetti benefici sulla comunità in cui operiamo e sulle componenti più deboli della società; dall’ossessione alla eticità del nostro agire agli strumenti di governo dell’organizzazione.

Il Bilancio di Sostenibilità costituisce, dunque, una vera e propria dichiarazione di impegno per il nostro agire innovativo, etico e sostenibile, con l’indicazione delle attività e delle azioni intraprese per gestire e migliorare l’impatto sull’ambiente, sul territorio e sulle persone.

La pubblicazione di questo primo Bilancio di Sostenibilità si affianca al percorso, iniziato nel 2021 con la trasformazione di DIGITAL360 in una Società Benefit e, quindi, con la definizione e il recepimento nello Statuto della società degli obiettivi di beneficio comune.

Siamo una Società Benefit per una scelta motivata e sostenuta da ragioni profonde. La consapevolezza della necessità di una visione ampia del ruolo dell’impresa, che trovi nel rapporto con la comunità il completamento della propria “licenza ad operare” è presente nella cultura del Gruppo fin dalle origini: a ben guardare, infatti, l’impegno concreto verso la comunità ha preceduto e non seguito la sua formalizzazione nella modifica dello statuto e nella qualifica di Società Benefit.

Anche in questo impegno per il beneficio comune, che ci ha portati a collaborare con importanti interlocutori del mondo no-profit e della formazione accademica, il digitale come strumento di inclusione sociale costituisce l’elemento caratterizzante del nostro agire, in coerenza con la mission del Gruppo.

Il primo Bilancio di Sostenibilità costituisce, inevitabilmente, l’inizio di un percorso e, per questo, induce più a guardare al cammino che ci attende che ai risultati raggiunti. Il suo racconto, però, nei dati numerici e nelle informazioni qualitative, descrive un Gruppo che arriva a questo appuntamento potendo già vantare una postura concretamente e positivamente orientata nella giusta direzione.

Nei quasi dieci anni dalla fondazione, il Gruppo ha costruito e reso profittevole la capacità di creare, diffondere e, quindi, trasformare in cambiamento concreto la cultura del digitale e dell’innovazione. Lo dicono numeri che il Bilancio di Sostenibilità ci ha dato l’opportunità di raccogliere organicamente e rendicontare: da un lato, oltre 100 asset digitali (tra portali online, canali web e newsletter) focalizzati sull’innovazione, fruiti mediamente da 2,5 milioni di utenti unici al mese, e quasi 900 eventi, sempre focalizzati sull’innovazione digitale, a cui si sono iscritti 160.000 partecipanti; dall’altro oltre 550 clienti (tra imprese e pubbliche amministrazioni) che hanno utilizzato i nostri servizi per accelerare e/o migliorare il proprio percorso di trasformazione digitale e, quindi, di ammodernamento e crescita sostenibile.

Al contempo, abbiamo investito sulla nostra organizzazione interna: una organizzazione composta da una popolazione aziendale giovane, con un’età media di 38 anni, caratterizzata da un sostanziale equilibrio di genere, con un profilo culturale alto – l’82% ha un diploma di laurea o superiore – e ricca di culture differenti per la varietà di percorsi umani, universitari e professionali che caratterizzano le persone che abbiamo cercato e inserito nel tempo.

Innanzitutto abbiamo investito sullo smartworking: da sempre inscritto nella
cultura e nelle pratiche del Gruppo, ci ha consentito di affrontare l’emergenza pandemica e il cambiamento che questa ha indotto, anche nelle modalità di relazione con i clienti, senza impatti significativi sul business e, in più, con interessanti riduzioni di emissioni.

Poi la tutela dei dati personali di tutti gli stakeholder anche sotto il profilo della sicurezza, perseguita con l’adozione di politiche e procedure aziendali e con l’individuazione di ruoli organizzativi preposti a garantirne l’applicazione e l’efficacia.

E ancora l’adozione e la diffusione del Codice Etico di gruppo, l’implementazione di strumenti a tutela del whistleblowing, la conformità alla normativa sulla responsabilità amministrativa di impresa con l’adozione del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo e l’insediamento dell’Organismo di Vigilanza.

E tanto altro, come approfonditamente descritto in questo documento.

Il percorso di sostenibilità del Gruppo DIGITAL360 è, dunque, una strada appena iniziata ma già ricca di contenuti concreti, che attraversano e arricchiscono i significativi risultati economici raggiunti e l’importante crescita perseguita, sia organica che attraverso acquisizioni.

Il nostro futuro vedrà una sempre maggiore integrazione fra strategie di business e sostenibilità, con un rafforzamento degli strumenti necessari a conoscere, comprendere e anticipare le aspettative dei nostri stakeholder e le loro esigenze, iniziando dai clienti e dai collaboratori.

Il rafforzamento dei presidi organizzativi sui temi ESG, in stretta correlazione con gli obiettivi statutari di beneficio comune, consentirà, inoltre, di disseminare la cultura della sostenibilità nella riflessione strategica come nella pratica quotidiana del Gruppo, nella ideazione e attuazione dei servizi e nella rendicontazione chiara e confrontabile dei principali indicatori.

La nostra sfida più stimolante è di onorare questi impegni con i nostri Stakeholder, in presenza di una dinamica di crescita importante che è parte irrinunciabile del nostro DNA e che obbliga l’intero corpo aziendale a rilanciare di continuo lo sforzo di innovazione e miglioramento, al proprio interno e verso il mercato. D’altra parte, la capacità di vincere sfide impegnative è stata la cifra dei dieci anni di vita del Gruppo.

Buona lettura!